ARTICOLI

Cosa significa per noi Publican di EDIT servire una birra artigianale

servizio birra e abbinamenti

Cosa significa per noi Publican di EDIT servire una birra artigianale

7 mag, 2021

Per noi Publican di EDIT Torino, servire una birra artigianale ha un significato particolare. 

Desideriamo parlarti proprio di questo, dopo averti raccontato come nasce la nostra birra. Vogliamo farlo perché pensiamo possa aiutarti a conoscere la mentalità che ci ispira nel servizio delle nostre craft beers.

Pensi che l’argomento possa interessarti? Allora non devi far altro che metterti comodo e leggere i prossimi paragrafi, nei quali ti parleremo della filosofia che ci guida.

Prima di farlo, però, pensiamo sia opportuno parlare di Publican, del significato di questa parola.

Come avrai già intuito, si tratta un termine di derivazione anglosassone che generalmente individua il gestore del pub.

Attenzione, però. Limitarsi a parlare del Publican in questi termini potrebbe impedire di comprenderne a pieno la sua funzione all’interno dell’universo della birra.

In realtà, questo termine racchiude in sé anche altro. Vuoi saperne di più? Allora tuffati nella lettura di questo articolo.

Publican, il significato di un mestiere fatto di passione per la birra 

Dicevamo che Publican ha un significato più ampio di gestore. Ed in effetti è così. Questa figura ha un ruolo di primo piano perché permette ai consumatori di: 

  • Conoscere le tipologie di birra;
  • Apprezzarne a pieno ogni singola sfumatura;
  • Rendere più raffinati i palati dei bevitori, trasmettendo la passione per le birre artigianali.

Dunque è più ampio il significato di questa parola, come conferma anche Marco Cerino, in arte Brico, Publican di EDIT Torino: “Se l’arte del mastro birraio è creare birre eccellenti, quella del Publican è di trasmettere quell’ eccellenza ai propri clienti, così mi disse un giorno Michele Galati prima di iniziare la mia avventura come Publican, un’avventura fatta di tanta birra e di altrettanta passione trasmessa ai nostri clienti”.

“Tanto io quanto Davide e Stefano (entrambi Publican di EDIT Torino) - continua Marco Cerino - , abbiamo sempre cercato di trasmettere la nostra conoscenza brassicola con semplicità e competenza, senza annoiare il cliente con termini troppo pomposi o poco comprensibili per un neofita. 

Pensiamo che questa sia la nostra missione: cercare di far appassionare alla craft beer anche chi, fino a poco prima, non sapeva neanche dell’esistenza di stili di birra dall’inconfondibile e ricco profilo aromatico”.

Riassumendo, Publican assume un significato ben diverso da quello di semplice gestore. 

Ma non è finita qui. Vogliamo parlarti anche dell’approccio al pub di un Publican di EDIT Torino. Se l’argomento ti incuriosisce, prosegui nella lettura.

Come essere un Publican: l’approccio al pub di EDIT Torino 

Il Publican, all’interno dell pub, assume un ruolo nevralgico. Dietro al bancone, contornato da tipi di birre di vario genere, egli mette in mostra tutta la sua capacità multitasking.

Qualità che è possibile individuare anche nelle parole di Davide Bereny, in arte B, Publican di EDIT Torino: “Un modo per stare insieme (ma anche da soli) e condividere qualcosa in qualsiasi momento. Questa è in sintesi l'idea che sta dietro all'approccio nel pub di EDIT Torino. E il luogo per esprimerla al meglio è senza dubbio il nostro bancone (dai ammettiamolo, uno dei più belli ed estesi che abbiate mai visto).

La passione e la competenza con cui svolgiamo il nostro mestiere si esplica sicuramente nella cura del servizio che ogni diversa tipologia di birra deve avere e nella volontà di raccontarvi un determinato prodotto, sia di nostra produzione che di altri birrifici ospiti da tutto il mondo.

É proprio qui che si crea, grazie a questa antica bevanda fermentata in continua evoluzione stilistica, un bel legame con quelli che, se prima clienti, sono poi diventati in qualche modo amici e con cui discutiamo (a volte anche accesamente) di tantissimi argomenti.

Spesso non si parla nemmeno di birra, a volte sperimentiamo abbinamenti con la nostra cucina, o con la musica, cinema, sport (per quello delego spesso il caro Brico).

Certo, talvolta con piacere si parla anche tecnicamente del processo produttivo, degli ingredienti - ad esempio il malto - o dei vari aspetti che contraddistinguono quel determinato prodotto, ma mai senza annoiare e per includere. 

La cultura brassicola passa anche da questo e ci impegniamo sempre per diffonderla in modo piacevole.

Molto interessante è anche condividere i numerosissimi aneddoti e storie che sono legati alla millenaria storia della nostra amata birra. 

Abbiamo la fortuna di mostrare, dietro le nostre spalle, il luogo e gli impianti con cui viene prodotta, il che sicuramente è un valore aggiunto rispetto a trovarsi un bicchiere pieno, fatto chissà dove e chissà da chi.

Il rapporto che si crea con il Publican nel pub è quindi intenso e leggero allo stesso tempo e per fortuna abbiamo sempre qualcosa di nuovo da farvi assaggiare”.

Insomma, il mestiere di Publican richiede non soltanto conoscenza della birra ma anche un profondo amore verso questo nettare.

A confermarlo, è anche un’altra voce di EDIT Torino. Quale? Continua a leggere e la conoscerai.

Il Publican e l’amore per la birra

Il Publican vive il pub come il suo ambiente ideale. Sarebbe riduttivo parlare di luogo di lavoro, essendo invece lo spazio in cui egli coltiva la sua passione, come ci dice Stefano Schembri, in arte Menestrello, Publican di EDIT:

“Per me, stare dietro al bancone di Edit è vera passione, più che lavoro. Significa raccontare profumi, gusti, sensazioni e allo stesso tempo la cura per la scelta degli ingredienti e per il servizio della birra stessa, con attenzione e amore, perché queste birre per noi sono un po' come le nostre figlie.

Siamo persone semplici, ci piace regalare sorrisi e crediamo non ci sia modo migliore di una buona birra, prodotta e servita con passione e bevuta in compagnia!”.

Continua a seguirci per restare aggiornato su tutte le novità e le curiosità relative al mondo della birra. Vuoi scoprire le produzioni di EDIT Torino? Visita il nostro shop online.

Scritto da

Marco Cerino in arte Brico - Publican di EDIT Torino
Marco Cerino in arte Brico - Publican di EDIT Torino

Mi sono avvicinato al mondo della birra nel 2013 dopo un’esperienza all’estero. Grazie al diploma in tecniche brassicole conseguito nel 2017 presso l’ITS agro alimentare per il Piemonte di Torino, sono riuscito a trasformare questa mia passione in un lavoro. Sin dal primo giorno di apertura ho percepito il banco spine di EDIT come un luogo dove poter proporre e servire birre di altissimo livello, raccontandole ad ogni cliente come se le raccontassi ad un amico, cioè con passione e semplicità, perché la birra è inclusione e convivialità.

Vai alla scheda dell'autore

Iscriviti alla newsletter

Lascia i tuoi dati per ricevere aggiornamenti da EDIT