ARTICOLI

Tipologie di birra senza glutine: come vengono fatte

Tipologie di birra

Tipologie di birra senza glutine: come vengono fatte

20 gen, 2021

Fino a qualche anno fa, bere un buon bicchiere di birra, in compagnia di colleghi e/o amici, per un celiaco era un problema. 

Se ti stai domandando cos’è la celiachia, ti rispondiamo subito:

La celiachia è un’infiammazione cronica dell’intestino tenue, scatenata proprio a causa dell'impossibilità di assumere glutine, uno degli ingredienti principali della birra.

Probabilmente sono stati in molti coloro che non hanno potuto godere di questa possibilità, per via del fatto che la birra senza glutine non era diffusa come lo è oggi. 

Come sempre dalla necessità, nasce l’idea e così è stato anche per chi ha inventato la birra senza glutine. Le informazioni che si possono trovare in proposito sono disparate e, quindi non ci soffermeremo molto su questo punto, quanto piuttosto andremo ad approfondire le tipologie di birra senza glutine, come farla e qual è la differenza con la birra “normale”. 

A questo proposito, probabilmente, tu ti potresti domandare: 

… ma se il glutine è l’ingrediente principale della birra, allora come si fa a produrla e a farla venire ugualmente buona?

Approfondiamo nel prossimo paragrafo i metodi di preparazione della birra senza glutine e, quali sono le caratteristiche.

BIrra senza glutine

Come si fa e quali sono le caratteristiche

Per quanto possa sembrare semplice, produrre la birra senza glutine non è affatto così, infatti ci sono ben due modi differenti di farla:

  • Birra gluten free - questa metodologia prevede l’utilizzo di cereali diversi dall’orzo e dal frumento
  • Birra gluten removed - questa metodologia prevede un processo di deglutinazione. La birra viene prodotta con malto d’orzo e altri cereali, in seguito il livello del glutine viene abbassato sotto la soglia di 20 ppm (parti per milione). 

Quest’ultimo è il valore stabilito dalla legge affinché un prodotto possa essere considerato senza glutine e quindi possa essere distribuito e venduto come tale. I parametri citati sono definiti dal Regolamento 41/2009 della Commissione Europea del 20 gennaio 2009. 

Il secondo processo di produzione delle birre per celiaci è in realtà applicabile quasi per tutte le birre e, infatti, ce ne sono di molte simili a quelle che siamo abituati a gustare. 

È bene però tenere in considerazione che il processo di deglutinazione sottrae il glutine dai cereali come l’orzo, ma comunque non lo va ad eliminare del tutto, quindi bisogna consumarla con moderazione.

La birra senza glutine è prodotta con dei cereali differenti da quelli contenenti il glutine, come ad esempio:

  • Riso
  • Mais
  • Miglio

… per citarne tre dei principali che possono essere utilizzati in sostituzione. Anche la quinoa è utilizzata per fare la birra senza glutine, così come anche il grano saraceno, sebbene non siano dei cereali. 

Una delle caratteristiche principali delle birre senza glutine sono proprio le sfumature organolettiche, che sono ben diverse da quelle delle classiche birre, che abbiamo l’abitudine di gustare. 

Un altro punto molto importante riguardo la produzione delle birre senza glutine artigianali, per esempio, è che bisogna porre attenzione al processo di produzione, il quale richiede molte più verifiche e controlli, per far sì che le caratteristiche della birra per celiaci siano mantenute. 

Per le birre senza glutine realizzate con il processo industriale il procedimento è più facile da controllare e richiede meno operazioni di verifica. 

e in quanto al sapore?

È poi così tanto differente?

Le birre per celiaci hanno sicuramente delle caratteristiche differenti rispetto a quelle “normali”, ma il gusto è comunque intenso e deciso. Probabilmente ti accorgerai della differenza, soltanto se sei un appassionato conoscitore del mondo della birra e quindi sei anche un frequente bevitore di quest’ultima. 

Una differenza più evidente potresti percepirla se viene utilizzato il grano saraceno per la produzione della birra senza glutine, poiché è molto differente dall’orzo, il protagonista assoluto delle birre tradizionali. 

Per fortuna l’evoluzione in questo settore è tale, che oggi puoi trovare anche più varietà di birre senza glutine. 

Oggi tutti possono avere il piacere di gustare una buona birra senza glutine e questo è di sicuro un’evoluzione che noi come birrificio apprezziamo sicuramente. Tra i piaceri della vita c’è anche questo e siamo davvero contenti, anche se non siamo direttamente produttori di birra senza glutine, che anche i celiaci possano godere di una serata “birra” in compagnia degli amici, senza più sentirsi esclusi. 

Che differenze di prezzo esistono tra le birre normali e quelle senza glutine?

La birra senza glutine è diventata con il tempo un prodotto facile da trovare, soprattutto al supermercato, ma questo non la rende meno pregiata e, a livello di prezzo, di conseguenza, può variare molto a seconda del marchio

Continua a seguirci per altre curiosità e approfondimenti.

Se invece hai voglia di scoprire le nostre birre: 

VISITA IL NOSTRO SHOP

Scritto da

Marco Cerino in arte Brico - Publican di EDIT Torino
Marco Cerino in arte Brico - Publican di EDIT Torino

Mi sono avvicinato al mondo della birra nel 2013 dopo un’esperienza all’estero. Grazie al diploma in tecniche brassicole conseguito nel 2017 presso l’ITS agro alimentare per il Piemonte di Torino, sono riuscito a trasformare questa mia passione in un lavoro. Sin dal primo giorno di apertura ho percepito il banco spine di EDIT come un luogo dove poter proporre e servire birre di altissimo livello, raccontandole ad ogni cliente come se le raccontassi ad un amico, cioè con passione e semplicità, perché la birra è inclusione e convivialità.

Vai alla scheda dell'autore

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Lascia i tuoi dati per ricevere aggiornamenti da EDIT